Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

lunedì 11 gennaio 2016

SILENZIATI MA NON ADDOMESTICATI

In molti vi sarete chiesti perché tanto silenzio. Le denunce, le cause, 4 processi (Monza, Brescia, Roma etc..)  e le diffide ricevute ci hanno impedito di poter svolgere la nostra attività in maniera costante. Ora proviamo a riprendere visto che, con il pronunciamento della Cassazione, siamo stati definitivamente assolti.

Ma questa sequenza di "rogne giudiziarie" sono riuscite a creare negli interlocutori istituzionali, nelle professioni e presso le redazioni giornalistiche molta diffidenza nei nostri confronti mascherata da "prudenza".

Così, come diciamo da sempre, quando cala il sipario sulle grandi retate, tutto rientra e la questione Antimafia diviene attenzione di pochi spesso isolati appunto.

Ma in Brianza, in Lombardia e nel Paese le organizzazioni criminali sono più forti di ieri. In Brianza continuano ammazzamenti, roghi, gambizzazioni e l'inquinamento della vita politica brianzola, perché i soggetti dell'area grigia che si relaziona alle mafie è a piede libero e continua l'azione di condizionamento con le seconde terze linee mafiose.

Noi si continua, ma siamo ancora una volta da soli...

Buon anno a tutti quelli che continueranno nella lotta senza quartiere alle mafie per l'Antimafia sostanziale e non quella d'immagine ed episodica.

admin, 11 gennaio 2016

Nessun commento:

Posta un commento