Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

giovedì 19 giugno 2014

CSM: AIUTINO DI NAPOLITANO PER INSABBIARE LE INCHIESTE EXPO?



CON UNA LETTERA AL VICEPRESIDENTE VIETTI, IL PRESIDENTE DEL CSM GIORGIO NAPOLITANO, HA PERORATO LA CAUSA DI BRUTI LIBERATI PROCURATORE CAPO A MILANO, CHE SECONDO UN SUO SOSTITUTO, ROBLEDO, AVREBBE CONDIZIONATO L’ATTRIBUZIONE DELLE INCHIESTE AI VARI UFFICI, SECONDO CRITERI DISCREZIONALI INUSUALI. INCHIESTE DELICATE COME QUELLE SU EXPO.

 NAPOLITANO, COSì FACENDO, INTERVIENE PESANTEMENTE NEI LAVORI DEL PLENUM CON UNA LETTERA CHE VIETTI COMMENTA MA NON LEGGE CREANDO SCONCERTO NELL’ASSISE. VIETTI E NAPOLITANO SANNO BENISSIMO CHE SANZIONARE BRUTI LIBERATI VORREBBE DIRE AVVIARE UN PERCORSO DI PULIZIA GENERALE NEL SISTEMA CORRUTTIVO DISVELATO PROPRIO DALLE INCHIESTE SU EXPO MA GIUNTE MOLTO IN RITARDO RISPETTO AI TEMPI. OGGI,  PROPRIO PER LA VICINANZA CON LO START DELL’EVENTO TUTTI, DALLA POLITICA, AI CORROTTI, AGLI INQUISITI (E ANCHE I  MAFIOSI SECONDO NOI) CHIEDONO DI NON FERMARE LA MACCHINA DI EXPO2015 E DI ANDARE AVANTI.

 

HANNO NOMINATO UNA STIMATISSIMA PERSONA CHE HA COMBATTUTO LA CAMORRA A  COMMISSARIO CHE, STANDO AGLI ATTI E AI POTERI CONFERITI, POTRA’ FARE BEN POCO AL FINE  CHE TUTTO RIMANGA COME PRIMA IN NOME DELLE LARGHE INTESE ECONOMICO-POLITICHE. IN QUESTO MODO SI RISCHIA DI METTERE IN SUDDITANZA PSICOLOGICA LA PROCURA DI MILANO CHE AVRA’ DEI PROBLEMI A CONTINUARE IL LAVORO VISTO CHE ORA IN EXPO C’E’ UN MAGISTRATO DELL’ANTICORRUZIONE.

 

IN QUESTE CONDIZONI, DOVE L’ATTIVITA’ DELLA Più ALTA CARICA DELLO STATO E’ QUELLA DI DESTABILIZZARE LE INCHIESTE (RICORDO L’ATTIVAZIONE DEL CONFLITTO DI ATTRIBUZIONE CON LA PROCURA DI PALERMO DA PARTE DI NAPOLITANO), INVECE DI INCORAGGIARE IL CAMBIAMENTO E LA PULIZIA RADICALI, SI RENDE TITANICO LO SFORZO PER CAMBIARE IL PAESE, SE ANCHE SU DELLE SEMPLICI LETTERE SI APPONE UNA SORTA DI SEGRETO DI STATO.

 
INFINE E NON MENO IMPORTANTE IL RUOLO DI BRUTI (RICORDIAMO DEL PD COME DEL PD SONO SALA COMMISSARIO EXPO, NAPOLITANO E RENZI) NELL’ATTRIBUIRE L’INCHIESTA RUBY ALLA D.SSA BOCCASSINI. SEMPRE SECONDO ROBLEDO BRUTI HA ESERCITATO UN METODO NELLA DESIGNAZIONE DEL CAPO DELLA DDA, NON SOLO INUSUALE RISPETTO ALLA COMPETENZA (essendo che il reato di prostituzione abbia poco a che fare con la DDA) MA ANCHE NELLA PROCEDURA DI AFFIDO. GIUNTI A QUESTO PUNTO SEMBRA CHE ROBLEDO ABBIA RAGIONE PERCHE’ ALL’OGGI QUELL’INCHIESTA, CHE AFFOSSEREBBE DEFINITIVAMENTE B. RIMANE IN ALTOMARE QUASI RISPONDENDO ALL’ESIGENZA DELLE LARGHE INTESE RAGGIUNTE FRA IL PD E FORZA ITALIA. POI NELLE CARTE DI EXPO 1 (ROGNONI) EXPO 2 (FRIGERIO, GREGANTI) VI SONO EVIDENTI NOTIZIE DI REATO ATTRIBUIBILI A SOGGETTI INTOCCATI AI MASSIMO VERTICI DI EXPO E DEL GOVERNO CHE FAREBBERO CROLLARE TUTTO IL CASTELLO DI EXPO. DA QUI LA NECESSITA’ DI BLOCCARE TUTTO. PER ALTRO LE INNUMEREVOLI AMMISSIONI DEI VARI INDAGATI CONFERMEREBBERO NON SOLO IL COINVOLGIMENTO DEI MASSIMI VERTICI DI EXPO MA ANCHE DI ESPONENTI DEI VARI GOVERNI TECNICI E DELL’ATTUALE.

 NON CI RIMANE LA SPERANZA CHE IN QUESTO GINEPRAIO IL CSM, ORGANO SUPREMO DELL’AUTOGOVERNO DELLA MAGISTRATURA, VOGLIA RISPONDERE Più ALLE ESIGENZE DI DARE STRUMENTI EFFICACI ALLA LOTTA ALLA CRIMINALITA’ E ALLA CORRUZZIONE DANDO VIA LIBERA ALLE INCHIESTE , INVECE DI ESSERE ATTENTO ALLA TORSIONI POLITICHE DI UN SISTEMA CORROTTO E COLLUSO, CAUSA UNICA DELLA DERIVA IMMORALE DI QUESTO MARTORIATO PAESE.

 


 

Osservatorio Antimafie di Monza e Brianza “Peppino Impastato”

Nessun commento:

Posta un commento