Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

venerdì 2 agosto 2013

LETTERA DI UN CORVO MAFIOSO

Recentemente al consigliere comunale di Monza del MoVimento 5 Stelle Gianmarco Novi, al quale va tutta la nostra solidarietà è stata recapitata una lettera anonima piena di insulti e di minacce. Ad una analisi attenta, sotto il profilo semiologico, il contenuto della lettera è scritta da persona apparentemente semianalfabeta, in preda ad uno stato confusionale tipico di chi sa le cose ma finge l'opposto col chiaro obiettivo di intimidire chi riceve lo “sporco papello”. Inoltre appare evidente una incongruenza: “....sappiamo dove abiti....” ma la lettera viene spedita all'indirizzo Comune in Piazza Trento Trieste. Che il corvaccio mafiosetto si annida nel Comune? E poi nelle lettera cerca di tracciare un identikit di “un grosso imprenditore brianzolo” che scrive addirittura per nome e conto di altri cittadini.
Ma cosa avrebbe detto e scritto di così eclatante il consigliere Novi? Ha chiesto correttamente l'applicazione di una normativa sul rumore (piano di zonizzazione) in vista del gran premio. Inoltre ha avanzato l'ipotesi di chiudere il transito di viale Cavriga alle auto in certi orari dei giorni feriali. Condivisibili o meno queste sono proposte del M5S che non si capisce come possano irritare una persona che però dimostra una certa instabilità.
Persona che pare abbia mangiato alla greppia di una combricola di personaggi che a vario titolo ora sono sotto inchiesta o sotto processo. In quel gigantesco magna...magna...denunciato dalla trasmissione Report nel 2011 e che ha fatto rizzare le antenne alla Magistratura e a qualche dirigente della SIAS ancora pulito. Appunto quando la nave affonda gli infamoni della “schettineide” scappano facendo danni a volte irreparabili. Il giro di affari attorno all'autodromo di Monza era ed è sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti che non sono ancora riusciti a capirne la grandezza. Abbiamo fiducia nella Magistratura che saprà disvelare gli intrighi e il malaffare attorno al circo della formula1. Invitiamo chi di dovere a non sottovalutare la denuncia fatta dal consigliere Novi. Si approfondiscano le indagini per estirpare dal sistema delle relazioni politiche ed economiche la minaccia e l'intimidazione.
Perché appare evidente che la lettera ha una funzione precisa di intimidire un gruppo consiliare che a Monza sta facendo bene, ma nel contempo intimidire tutti quelli che da sempre denunciano le malefatte di lor signori della SIAS e i loro padrini politici locali e nazionali che li proteggono.

A Gianmarco e Nicola va tutto il nostro sostegno e rinnoviamo qui e ora il nostro impegno perché Monza vinca presto il GRAN PREMIO DELLA LEGALITA'.

Admin, 1 agosto 2013











Nessun commento:

Posta un commento