Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

mercoledì 24 luglio 2013

GIU' LE MANI DALLA COSTITUZIONE

PADRI E MADRI FONDATORI E FIGL* MODERNI PICCONATORI

I Padri e le Madri fondatori della Repubblica Italiana, ne ricordiamo due per ricordarli tutti, Teresa Mattei e Umberto Terracini, non scelsero la strada dell'indifferenza e dell'ignavia; si indignarono, lottarono, cacciarono fascisti e nazisti e poi si misero intorno ad un tavolo a scrivere la Carta Costituzionale. Una Costituzione che sprizza diritti e libertà da tutti i suoi articoli, dandogli quella sorta di eterna attualità; per altro una lungimiranza che ci invidia mezzo mondo. Eppure davanti a tanto senso delle Stato, delle istituzioni ma in primo luogo della persona che propala la Costituzione, oggi un branco di politicanti, super prezzolati la sta demolendo; nani e ballerine annoiati in Parlamento e rilassati nei bunga-bunga quali figl* sfondatori della Repubblica. Molti intellettualoidi si sono affannati a scrivere di prima, seconda e terza Repubblica, per nascondere scientemente che siamo ancora nella prima, ma essendo putrefatta e marcescente, questi geni della comunicazione la fanno rivivere come uno zombie che sta mangiando il futuro ai giovani. Questi politicanti, con in testa Napolitano che usurpando il ruolo di Presidente sta trasformando nei fatti la Repubblica Parlamentare della Costituzione a repubblica presidenziale delle “larghe intese”. Da prima hanno inserito la clausola in Costituzione delle “compatibilità economiche” (fiscal compact) e adesso vorrebbero distruggere la rete dell'autonomie locali centralizzando tutto nelle mani del governo centrale o del governatore di regione. Nel frattempo negano i diritti più elementari che la Costituzione chiede: LAVORO, SANITA' PUBBLICA, SCUOLA PUBBLICA E DEMOCRAZIA DIRETTA COL VOTO PROPORZIONALE. Ma fanno di peggio con l'attuale governo Letta stanno smontando la Costituzione sia sotto il profilo del diritto del lavoro (accordo sindacati Expo) oppure nel decreto “del fare” si annidano commi dove si vuole mettere il bavaglio alla libertà di espressione in internet, amnistia per mafiosi, legalizzare il voto di scambio. Ma la cosa peggiore è la militarizzazione del territorio italiano per fare grandi opere inutili come la TAV in Val Susa; in questa valle migliaia di cittadin* vedono cancellati i diritti di circolazione e di riunione. Tutto questo avviene non solo per l'attività eversiva della destra fascista, pduista e mafiosa ma anche col contributo essenziale del cosiddetto centro”sinistra” con in testa proprio l'ex PCI Giorgio Napolitano, la CGIL e il PD. Ora, come Umberto Terracini e Teresa Mattei, dopo l'indignazione si deve reagire e democraticamente cacciare via questi indegni personaggi che hanno occupato lo Stato, non in nome del Popolo Italiano ma delle varie lobby dei poteri forti. O si spezza questo rapporto incestuoso oppure il primo a pagare sarà il Popolo Italiano ed in particolare le sue nuove generazioni. Cari giovani non mendicate favori, lottate e rivendicate i diritti che stanno scritti nella Costituzione. Occupatevi del vostro futuro, perché chi se ne sta occupando non lavora per voi.


http://www.avaaz.org/it/petition/Appello_Giu_le_mani_dalla_Costituzione/

Admin, 25 luglio 2013



Nessun commento:

Posta un commento