Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

lunedì 14 maggio 2012

DEVASTATO IL CENTRO POLIFUNZIONALE DEL COMUNE DI DESIO

INQUIETANTI ANALOGIE CON IL DISASTRO DELLA LOMBARDA PETROLI

Atto intimidatorio, avvertimento ma quello che è successo il 5 e il 7 maggio scorso a Desio non lascia dubbi: qualcuno ha voluto lanciare un messaggio chiaro, ma a chi? All'amministrazione comunale che sta lavorando per ridare dignità ad un ente locale compromesso da anni col il potere criminale? Oppure un avviso ai costruttori Addamiano che li hanno il mostro incompiuto della torre? Potrebbero essere tutti e due gli obiettivi di questo messaggio devastante. E proprio perchè sono duplici gli obiettivi vi è una sola organizzazione che si muove con queste modalità in questi contesti torbidi: la ndrangheta. Inoltre vi sono inquietanti analogie con il disastro della Lombarda Petroli; uno su tutti: persone che conoscevano il posto e che hanno guidato, fin nei minimi particolari (cavo elettrico per far saltare l'impianto di video sorveglianza) il commando di devastatori; la loro furia devastante quasi fosse passata una inondazione. Inoltre anche nel caso della Lombarda Petroli i terreni contaminati e le aree annesse erano oggetto di una trattativa di acquisto che vedeva coinvolti proprio i costruttori desiani Addamiano. Al di la delle inchieste che dovranno fare luce su autori e mandanti appare evidente che ancora una volta la ndrangheta ha inviato il suo lugubre messaggio intimidatorio ad una amministrazione comunale alla quale va tutta la nostra solidarietà, impegno e sostegno. Diciamo qui e ora che siamo a disposizione per qualunque iniziativa per manifestare la nostra solidarietà concreta per pulire e bonificare e l'area.


admin, 13 maggio 2012

per saperne di più andate sul sito del Comune di Desio
http://www.comune.desio.mb.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=17084

Nessun commento:

Posta un commento