Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

martedì 27 settembre 2011

BRUNETTA: "gaffe filomafiosa"?

Il ministro Brunetta proprio non si fa mancare nulla, non ci fa mancare nulla relativamente al fatto che esponenti della PDL fanno a gara a chi la spara più grossa. Ma l'uscita di Brunetta non è pari al vilipendio al tricolore da parte dell'altro campione "celebroleso" di ministro quale Bossi. Le dichiarazioni di Brunetta sulla cosiddetta semplificazione, compresa quella antimafia, non è la battuta mal interpretata di un ministro bollito. Brunetta con quella dichiarazione sa benissimo che gran parte delle amministrazioni comunali, provinciali e regionali per gestire l'amministrazione procedono a gare d'appalto di forniture e servizi che quasi sempre si basano su gare che vengono aggiudicate a chi fa l'offerta migliore per l'ente è ciò quella che fa i prezzi più bassi. Purtroppo chi fa i prezzi più bassi, spesso e volentieri è stato beccato o che evade il fisco, o non paga i lavoratori e i contribuit in maniera corretta o che vengono aggirate le normative sulla sicurezza e sulla qualità dei prodotti e dei servizi. Facendo così parte dello Stato ha come fornitore imprese legate alle mafie. Brunetta lo sa e così facendo libera gli ultimi lacciuoli che permettono quantomeno di fornire alle amministrazioni qualche strumento per impedire il proliferare di questo stato di cose. In questo modo si conferma che il governo è compenetrato da soggetti che fanno gli interessi dell'antistato; da chi vara ogni due per tre scudi fiscali; finanziare opere ed infrastrutture che non servono ai cittadini ma alle imprese dei soliti amici noti; delegittimare che la lotta alla mafia la fa tutti i giorni: i Magistrati. Tagliare i fondi alle forze che servono al contrasto e continuare in una estenuante battaglia legislativa per togliere al processo per mafia strumenti di prova importanti come le intercettazioni telefoniche. Così Brunetta si accoda agli amici degli amici, lanciando un segnale politico forte: stiamo lavorando per voi, scusate il momentaneo disagio.

admin, 27 settembre 2011

Nessun commento:

Posta un commento