Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

lunedì 14 febbraio 2011

PECORELLA GETTA FANGO SU DON PEPPINO DIANA

Chi infanga e diffama le vittime della camorra non dovrebbe ricoprire incarichi istituzionali. Ma l'avvocato Gaetano Pecorella deputato del PDL e' pure presidente della Commissione Parlamentare bicamerale sulle ecomafie. Recentemente in Campania ha sproloquiato sul fatto che Don Peppino Diana non sarebbe stato assassinato dalla camorra per prete Anticamorra, ma perchè camorrista che avrebbe tenuto nella canonica armi di un clan rivale di quello dei suoi assassini. Invece settimana scorsa è venuto in Brianza e senza mezzi termini, dopo il sopraluogo alla Lombarda Petroli di Villasanta, dove ci fu lo sversamento di ecodisel nella notte del 23 febbraio 2010, che arrivò sino al Lambro. Pecorella si è espresso con una gravità fatti e persone senza un minimo di cognizione dei fatti e delle circostanze dove all'oggi sono ferme le indagini. Così si è inventato che i titolari della Lombarda Petroli avrebbero sversato (fatto sversare) l'drocarburo per non permettere l'individuazione delle reali quantita e su quelle pagare le accise. In questo senso Pecorella si è spinto a dichiare alla stampa che i Tagliabue sarebbero anche indagati per questo. Tutto falso: in uno scarno comunicato del loro avvocato respingono con forza le tesi di Pecorella. Ci interroghiamo chi volesse coprire Pecorella con questo evidente depistaggio. Oggi essendo aperte tutte le ipotesi quella del ruolo attivo della 'ndrangheta per evidente appettiti sulla succulenta area da bonificare, gode della stessa credibilità di tutte le tesi alle quali con pazienza stanno lavorando Magistrati molto preparati e se avranno modo di lavorare serenamente con uomini e mezzi la verità su quella notte arriverà a galla dando volto e movente a chi ha causato un danno ambientale di grandi proporzioni.

Nessun commento:

Posta un commento