Osservatorio Antimafie della Brianza*

Osservatorio Antimafie della Brianza*
I GIOVANI HANNO BISOGNO DI EROI VIVI

giovedì 2 dicembre 2010

SILENZIO ASSORDANTE DELLA POLITICA E DEI MEDIA BRIANZOLI SUL FALLIMENTO IBS FOREX

Riproponiamo l'articolo scritto per Brianzantimafia e inviato come comunicato a tutti i giornali di Monza e Brianza, al capogruppo del PD in Provincia Guerriero e al Presidente della Provincia Allevi. Ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna risposta. La stessa situazione di anni a dietro quando denunciavamo le infiltrazioni mafiose e nessuno diceva e faceva niente. Anche in questo la politica brianzola riesce a dare il meglio di sè.



NEL FALLIMENTO DELLA IBS – FOREX SOLDI DEI CONTRIBUENTI BRIANZOLI Nel crack da 60 milioni di euro della finanziaria IBS – Forex con sedi a Milano e a Como, ma con le attività si perdevano nei paradisi fiscali delle isole Bahamas ci sarebbero soldi dei contribuenti brianzoli. Così un gruppo di sette persone legate a personaggi del “bussines facile” nel settore del “forex” il mercato dei cambi valutari, sono finiti in manette con l’accusa di bancarotta, falso in bilancio e truffa aggravata. A farne le spese sono circa 1300 soggetti investitori fra i quali le Provincia di Palermo, di Milano, di Monza e Brianza in compagnia della Regione Puglia. Tutto è partito da una richiesta di ritirare 15 milioni di euro da parte della Provincia di Palermo. La richiesta non viene soddisfatta; arrivano le denunce e nell’estate del 2009 parte l’inchiesta che scopre la rete di truffatori. La notizia già circolante dal 2008, per le disavventure del patron di IBS Graziano Campagna uno dei fermati, ma dalle nostre parti non se ne sa nulla. Anche perché potrebbe essere una “polpetta avvelenata” importata dai passaggi di risorse dalla Provincia di Milano a quella di Monza visto che entrambe sono coinvolte. Sta di fatto che in questi giorni la notizia comincia a girare, perchè cominciano a sbucare i nomi dei politici eccellenti come l’ex Presidente della Provincia di Palermo Francesco Musotto; sotto la sua presidenza avrebbe autorizzato questi investimenti ritenuti normalmente “rischiosi”. Per questo il DG della Provincia di Palermo Antonio Caruso si è dimesso. Musotto, transfugo della PDL al movimento MPA dell’attuale governatore della Sicilia Lombardo, uscito indenne dall’accusa di concorso esterno per aver ospitato il boss di “cosa nostra” Leoluca Bagarella” per insufficienza di prove. Detto questo ci si pone alcuni interrogativi: a quanto ammonta l’esposizione finanziaria della Provincia di Monza? Chi nella provincia di Milano ha autorizzato questa spesa? Inoltre sarebbe opportuno sapere se la Provincia di Monza intende farsi valere, in sede legale; cioè se esiste presso il tribunale di Palermo o di Monza una denuncia per truffa nei confronti degli amministratori di IBS Forex per recuperare questi soldi dei contribuenti brianzoli gestiti non solo dalla malafinanza ma anche dalla malapolitica. Nelle modalità e nelle circostanze rese note dalle ordinanze di custodia cautelare vi sono per altro tutti i presupposti che la macchina succhia soldi in realtà fosse una lavanderia per denaro proveniente da affari illeciti; IBS Forex spa si configurerebbe come una vera e propria società di riciclaggio.


admin, 19 novembre 2010

Nessun commento:

Posta un commento